Cultivar

La cultivar presente nei nostri uliveti è unicamente moraiolo, nome questo che deriva dall’introduzione di olivi nella nostra regione da parte di monaci provenienti dalla Grecia e da Costantinopoli, i quali coltivavano i loro uliveti togliendo i sassi che incontravano e che utilizzavano per costruire i muri, dividendo in tal modo le varie proprietà: da muri, in dialetto mori, si è giunti a muraioli o moraioli.
Questa pianta ha uno sviluppo medio, produce frutti piccoli, rotondi, di peso poco superiore ad 1 grammo. La raccolta delle olive avviene esclusivamente a mano, quando queste sono parzialmente invaiate, dopodiché sono sistemate in apposite cassette areate e portate al frantoio dove sono conservate in condizioni ottimali, lontano da fonti di calore e ad una temperatura compresa tra i 14° C ed i 20° C.
Il processo di estrazione avviene a freddo entro sei ore dalla raccolta.
L' olio ottenuto viene conservato in serbatoi di acciaio inossidabile in atmosfera modificata con azoto.

La qualità di un olio extra vergine d’oliva dipende quindi da molti fattori correlati tra loro: la cultivar, lo stato dell’olivo e del frutto al momento della raccolta, le tecniche di coltivazione, di raccolta e di estrazione, le condizioni di conservazione.
La posizione, le condizioni ambientali e le qualità fisico–chimiche conferiscono, al nostro olio extra vergine d’oliva le migliori qualità organolettiche.
Garantiamo un prodotto autentico del quale assicuriamo la tracciabilità.

Indietro

I nostri oliveti